INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Normativa

Nelle lavorazioni in cui è prevista la presenza di silice libera cristallina (Slc) respirabile è necessario valutare il rischio e provvedere alla sua gestione, abbattendo o comunque limitando la diffusione in aria delle polveri contenenti tale sostanza per ridurne il loro l’effetto nocivo.

 

A livello normativo, tenuto conto dell’attuale classificazione della SLC, le istanze relative alla tutela della salute in ambito lavorativo e agli aspetti di prevenzione trovano oggi rispondenza negli artt. 224 e 225 del Capo I “Protezione da agenti chimici”, Titolo IX del D.lgs. 81/2008, dove si fa riferimento esplicito 1) alle misure e dei principi generali per la prevenzione dai rischi di esposizione a sostanze pericolose, nel caso di rischio non irrilevante (da eliminare o ridurre al minimo) e 2) alle misure specifiche di prevenzione e protezione da adottare per limitare tale rischio (ad es.: sostituzione della sostanza, progettazione di processi produttivi, le misure organizzative e di protezione collettiva ed individuale e la sorveglianza sanitaria).

 

Nonostante le siano riconosciute (Iarc) proprietà cancerogene in stretta relazione ad alcune tipologie di lavorazione, non vi è attualmente per la Slc una chiara corrispondenza ai criteri di classificazione previsti per le sostanze cancerogene o mutagene di categoria 1 o 2 previste dal D.lgs 52/07, o di categoria 1A e 1B previste nell’allegato I del Regolamento (Ce) n. 1272/2008 (classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele - Clp).

 

Sul tema, al momento non esiste inoltre una direttiva europea recepita dallo Stato Italiano o una Normativa nazionale o regionale che identifichi, per la silice, una modalità di esposizione cancerogena come sostanza, preparato o processo di cui all’allegato XLII del D.lgs.81/08.

 

 

Tabella - Il rischio silice nel quadro normativo

Aspetti assicurativi DPR 1124/65
Aspetti relativi a referto/denuncia - Decreto Ministero Politiche Sociali del 14 gennaio 2008 “Elenco delle malattie per le quali è obbligatoria la denuncia ai sensi e per gli effetti dell’articolo 139 del Testo unico approvato con decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124, e successive modificazioni e integrazioni”
- D.M. 9 aprile 2008 Nuove tabelle malattie professionali nell’industria e nell’agricoltura
Aspetti di prevenzione - D. Lgs. 272/1999 (vieta l’uso di sabbie silicee in operazioni di sabbiatura “a secco”su navi)
- D. Lgs. 81/2008
Altre norme - Legge 455/1943, D.P.R. 1124/65 modificato con L. 780/1975
- Legge 1115/1962 sulle prestazioni economiche dovute ai lavoratori italiani colpiti da silicosi contratta nelle miniere di carbone in Belgio
- Legge 780/1975 Norme concernenti la silicosi e l'asbestosi nonché la rivalutazione degli assegni continuativi mensili agli invalidi liquidati in capitale
- DPR 20/06/1988 Nuova tabella dei tassi di premio supplementare per l'assicurazione contro la silicosi e l'asbestosi e relative modalità di applicazione

Ultimo aggiornamento: 09/05/2014