INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

INAIL - Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro

Comportamenti

L’origine dell’analisi scientifica dei comportamenti umani – o Behavior Analysis – storicamente coincide con gli studi e dagli esperimenti del fisiologo russo Ivan Pavlov (1849-1936) e di psicologi americani come John B. Watson (1878-1958). È però solo con le sperimentazioni e le scoperte dovute a B. F. Skinner (1904-1990 che nasce la moderna psicologia del comportamento.

 

Skinner, con i testi “The Behaviour of Organisms” del 1938 e “Science and Human Behaviour” del 1953, pone le basi per la scoperta delle leggi e dei più importanti paradigmi del comportamento umano, dando origine ad un modo nuovo di concepirne le cause e consentendo così di allargare le possibilità di influire sui comportamenti osservabili.

 

Grazie agli esperimenti di Skinner è stato possibile dimostrare che i comportamenti umani sono prevedibili e controllabili attraverso una opportuna gestione di due classi di stimoli generati dall’ambiente esterno: gli stimoli “antecedenti” che la persona riceve prima di attuare un comportamento e gli stimoli “conseguenti” erogati immediatamente dopo il comportamento.

 

In seguito alle scoperte di Skinner un numero crescente di ricercatori ha progressivamente messo a punto innumerevoli tecniche per la modifica e la gestione dei comportamenti in quasi tutti gli ambiti di applicazione e, a partire dalla metà degli anni settanta, anche in ambito organizzativo e nello specifico campo della sicurezza sul lavoro.

Ultimo aggiornamento: 26/10/2017